“Il Seminatore” progetto di Microcredito etico-sociale con l’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano
UNA SEMINA PER IL FUTURO

Dopo la positiva esperienza portata avanti lo scorso anno con il progetto “Voglio Restare”, e la secolare propensione al sostegno della comunità, la BCC Mediocrati ha accolto con prontezza le iniziative della Diocesi di Cosenza in tema di opportunità economiche da offrire ai giovani.

I contatti tra la Diocesi e la Banca, preceduti da numerosi incontri con diversi soggetti che svolgono la propria attività ispirandosi alla dottrina sociale della Chiesa, si sono concretizzati con l’obiettivo principale di combattere la rassegnazione e la mentalità legata all’assistenzialismo, promuovendo, al contrario, una nuova “cultura del lavoro”, ispirata ai valori umani e cristiani della responsabilità personale, della solidarietà, della sussidiarietà e della cooperazione.

“Non esistono formule magiche per il lavoro – diceva Don Mario Operti, promotore del Progetto Policoro – occorre investire nell’intelligenza e nel cuore delle persone”. Con l’intento di rimuovere gli ostacoli legati all’accesso al credito, la Diocesi e la Banca hanno firmato una convenzione di microcredito che, da un lato riduce le difficoltà oggettive a cui deve far fronte un giovane che vuole inserirsi nel mondo del lavoro, e dall’altro intende allargare la maglia del soggetti “bancabili” in un’ottica di inclusione e con l’obiettivo di rafforzare la cultura della legalità.

In base al progetto – denominato “Il Seminatore - la Diocesi di Cosenza raccoglierà le domande di finanziamento provenienti da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti in uno dei comuni della Diocesi e, dopo una pre-istruttoria effettuata dall’equipe diocesana (composizione: direttori diocesani dell’Ufficio della Pastorale Sociale e della Caritas, responsabile della Pastorale Giovanile, tutor, animatori di comunità), passerà la documentazione alla BCC Mediocrati.

La Banca, previa istruttoria tecnica, potrà concedere un prestito massimo di € 15.000 per ciascun soggetto, per una durata tra i 18 e i 72 mesi. Il prestito sarà erogato sotto forma di mutuo chirografario con un tasso di interesse fisso pari al 3% annuo.

Ai soggetti richiedenti non sarà richiesta alcuna garanzia, né reale né patrimoniale, grazie all’intervento della Diocesi che garantisce i prestiti mediante un apposito fondo di garanzia. La Diocesi, inoltre, insieme alla documentazione per l’istruttoria, trasmette ala Banca anche la dichiarazione del “garante morale” (parroco, responsabile di ufficio di Curia, responsabile di associazione, esperto della filiera) che ha presentato i giovani e si impegna a seguirne il progetto in ogni sua fase.

L’Arcivescovo Mons. Nunnari, incontrando il presidente della Banca, Nicola Paldino, ha detto che tra le cause della crisi che stiamo vivendo non vanno dimenticate quelle di ordine etico e morale. Da ciò è partita una riflessione profonda sulla necessità di incidere sullo stile di vita delle nuove generazioni e di ricercare nuovi equilibri tra bene comune e libertà d’impresa, in una moderna traduzione del principio della sussidiarietà.

Scarica il folder
up
Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni
sede legale ed amministrativa: Via Alfieri – 87036 Rende (CS)
Tel. 0984.841811 – Fax 0984.841805
e-mail: credito.cooperativo@mediocrati.bcc.it - sito internet: www.mediocrati.it
Registro delle Imprese di Cosenza n. 46914 – n. R.E.A. 156519 – Cod. ABI 07062.3
Iscritta all’albo delle banche tenuto dalla Banca d’Italia al n. 5419
Iscritta all’Albo delle Società Cooperative al n. A160927
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo
Aderente al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo

Cookie

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per fini statistici e per fornire ulteriori servizi. Continuando nella navigazione se ne accetta l'utilizzo.