13/12/2016 12.20

Collezione Bancartis 2016


Un dipinto di Giovan Battista Rotella e uno di Antonio Pujia Veneziano sono stati acquisiti alla Collezione Bancartis della BCC Mediocrati. L’iniziativa, giunta al suo nono anno, vuole essere sostegno e valorizzazione per l’arte e la cultura Made in Calabria.

Finora sono state acquisite 29 opere d’arte e artigianato artistico di primissimo rilievo, collezionate con l’intento di dar vita ad un corpus in grado di testimoniare efficacemente il grande fermento e l’intensa vitalità della scena artistica calabrese, dal Novecento a oggi.

Gian Battista Rotella (Gimigliano, 1947) e Antonio Pujia Veneziano (Monterosso Calabro, 1953 sono stati presentati da Silvio Vigliaturo e Tonino Sicoli. I loro dipinti sono denominati rispettivamente Frammenti e Verità per Verità.

 

Rotella è fautore di una ricerca marcatamente concettuale, ma supportata da un’estrema abilità tecnica. Il critico e storico dell’arte Paolo Levi, di lui scrive: «il lavoro pittorico di Rotella appartiene alla storia dell’arte del nostro tempo, appartenendo da una parte all’avanguardia concettuale, e dall’altra alla tradizione».

Negli anni, Gian Battista Rotella ha esposto le sue opere in numerose mostre collettive e personali in tutta Italia. Nel ’97 riceve dal critico e storico dell’arte Vittorio Sgarbi il Premio alla carriera, per le sue «favole naturalistiche che, dalla forma all’ orma, si fanno memoria e lontananza nel desiderio».

 

Pujia Veneziano, sin dalle prime esperienze artistiche, rivolge la sua attenzione all’astrattismo segnico e gestuale a cui piega anche la fisicità della materia, smaterializzandola in tracce calligrafiche dal forte potere evocativo. Di lui scrive Tonino Sicoli: “Pujia è un passeggero di un viaggio nei territori nebbiosi del pre-logico e del pre-testo, in quell'area al margine, fra i generi espressivi e i linguaggi visivi, là dove la forma non è né scrittura né immagine preordinata. Siamo nell’ambito di una pittura pura, che si struttura su componenti primordiali, autoreferenti, minimali”.

 

La produzione artistica dei due maestri viene esposta in una mostra antologica:

Pujia Veneziano dal 10 dicembre al 28 gennaio, presso il Museo MAON di Rende;

Giovan Battista Rotella nella primavera 2017, presso il Museo MACA di Acri.

 

La serata di presentazione, come di consueto, è stata arricchita dalle contaminazioni musicali del Conservatorio S. Giacomantonio di Cosenza. Il giovane violinista Gianfrancesco Federico, infatti, ha deliziato la platea con tre sonate di Johann Sebastian Bach che hanno fatto da preludio alla sottoscrizione dell’atto pubblico con il quale, dinanzi al notaio Leucio Gisonna, si è concretizzata la donazione delle opere dagli artisti alla BCC Mediocrati.



Da sinistra: Antonio Pujia Veneziano, Tonino Sicoli, Sandro Principe, Nicola Paldino

Da sinistra: Antonio Pujia Veneziano, Tonino Sicoli, Sandro Principe, Nicola Paldino



Da sinistra: Gianbattista Rotella, Nicola Paldino, Silvio Vigliaturo

Da sinistra: Gianbattista Rotella, Nicola Paldino, Silvio Vigliaturo



up
Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni
sede legale ed amministrativa: Via Alfieri – 87036 Rende (CS)
Tel. 0984.841811 – Fax 0984.841805
e-mail: credito.cooperativo@mediocrati.bcc.it - sito internet: www.mediocrati.it
Registro delle Imprese di Cosenza n. 46914 – n. R.E.A. 156519 – Cod. ABI 07062.3
Iscritta all’albo delle banche tenuto dalla Banca d’Italia al n. 5419
Iscritta all’Albo delle Società Cooperative al n. A160927
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo
Aderente al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo

Cookie

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per fini statistici e per fornire ulteriori servizi. Continuando nella navigazione se ne accetta l'utilizzo.